Notizie

Seconda domenica d'Avvento

Abbiamo acceso un'altra candela della nostra corona in attesa del Natale. Ci stiamo preparando alla venuta di Gesù  guidati da Vangelo di Luca, che questa domenica ci dà le coordinate temporali precise per evitare che tutto si perda nelle nebbie del mito.

 

A Roma regna Tiberio, un uomo il cui giudizio, secondo gli storici Tacito e Svetonio, non è proprio lusinghiero. In Giudea comanda un procuratore dai metodi spicci, Ponzio Pilato, che dopo aver commesso una serie di ingiustizie, tra cui la crocifissione di un innocuo galileo presentatogli come aspirante “re dei Giudei”, verrà rimosso dalla carica dopo l’eccidio di un gruppo di samaritani.
In Galilea c’è quell’Erode Antipa che fa decapitare il povero Giovanni Battista, reo di rinfacciargli le sue relazioni sentimentali illecite. A capo del sinedrio ci sono il potentissimo Anna e suo genero Caifa, politici senza scrupoli che consegneranno Gesù ai romani perché lo mettano in croce.
In questa bella compagnia, ecco comparire un uomo giusto, Giovanni, figlio di Zaccaria. Non si spaventa di fronte al compito immane che lo attende, preparare un Israele allo sbando all’accoglienza del Salvatore, farlo tornare ad essere un popolo anziché un gregge disperso.

 

Non è vero che i profeti servono a demoralizzarci, ce la facciamo benissimo da soli. C’è bisogno, invece, di qualcuno che ci ricordi che Dio non ci ha dimenticati.

 

 

  

© 2008 PARROCCHIA SANTA VITTORIA - SARROCH | Joomla 1.5 Templates by vonfio.de